Ashes 2019: Mitchell Johnson dice che 'può sentire' per il sotto-fuoco Moeen AliL’Ex paceman Australiano Mitchell Johnson dice che” può sentire un po ‘” per L’Inghilterra all-rounder Moeen Ali.

Moeen venne criticato dopo aver preso tre wickets nella 251-run Ashes sconfitta a Edgbaston e anche facendo solo quattro corse con la mazza.

“Sono stato in questa situazione”, ha detto Johnson. “Mi ricordo solo che il mio linguaggio del corpo era molto simile a Moeen, le spalle chiuse e la testa giù.

“Una volta che dubiti di te stesso e non hai quella fede, e’ piuttosto dura.”

Negli ultimi 12 mesi, Moeen ha fatto più wickets – 48 su 10 test a 25.12-di qualsiasi altro giocatore di cricket.

Egli è stato in Inghilterra leader wicket-taker, nelle Indie occidentali nel mese di Marzo con 14 ma il suo stato di forma e di degrado che era caduto due volte durante la Coppa del Mondo, non giocare nelle ultime fasi.

"Una volta che dubiti di te stesso e non hai quella fede, e' piuttosto dura."Nel 2019 il sinistro ha fatto quattro anatre in nove inning di prova per un totale di soli 90 corse, di cui 60 in un inning ad Antigua.

Contro gli australiani nel test di apertura delle Ceneri, quando il pitch favorì lo spin, ritornò alle cifre della partita di 3-172 su 42 overs, mentre la controparte Nathan Lyon aiutò lo spin Australia a vincere con un tiro di 6-49 da 20 overs nelle seconde inning.

Johnson, che ha superato alcune esperienze torride contro L’Inghilterra e i loro sostenitori per diventare il loro capo tormentatore con 37 wickets nella serie 2013-14 Ashes, ha detto BBC Radio 5 Live Tuffers e Vaughan Cricket Show: “è la gente che lavora per voi.

“In quella serie del 2009 [quando L’Australia ha perso 2-1] ho avuto migliaia di persone che mi dicevano cosa fare, tutte le informazioni che arrivavano non aiutano quindi sta tornando a quelle persone di cui si fida.”

Moeen ha giocato 11 Test contro L’Australia, facendo 476 gare con un punteggio alto di 77 e prendendo 20 wickets con le migliori cifre di 3-59.

“Il suo record contro L’Australia non e ‘poi cosi’ grande. Posso sentire un po ‘per lui, ma questo fa parte dello sport professionistico”, ha aggiunto Johnson.